Centro nazionale per la cibersicurezza

Negli scorsi anni la cibersicurezza ha acquisito grande importanza per la politica della sicurezza nazionale e internazionale, la piazza economica svizzera e la popolazione.

Per aiutare la popolazione e l’economia a proteggersi dai ciber-rischi e per migliorare la sicurezza dei propri sistemi informatici, il 30 gennaio 2019 il Consiglio federale ha istituito il «Centro nazionale per la cibersicurezza». La Centrale d’annuncio e d’analisi per la sicurezza dell’informazione MELANI rappresenta un’unità centrale di tale Centro.

Attualmente il Centro nazionale per la cibersicurezza è concepito in modo tale da svolgere i seguenti compiti:

  • servizio nazionale di contatto per le segnalazioni di incidenti e le questioni inerenti ai ciber-rischi;
  • gestione del servizio tecnico «Computer Emergency Response Team» (GovCERT);
  • direzione operativa nella gestione di ciberincidenti gravi;
  • segreteria del delegato alla cibersicurezza;
  • servizio specializzato per la sicurezza TIC dell’Amministrazione federale;
  • gestione di un pool di esperti per fornire supporto agli uffici specializzati nello sviluppo e nell’attuazione degli standard di cibersicurezza;
  • collaborazione con il mondo scientifico e della ricerca;
  • collaborazione internazionale sul piano tecnico.

Lo sviluppo organizzativo del Centro nazionale per la cibersicurezza deve tenere conto delle esigenze di una rafforzata centralizzazione e al contempo sfruttare, laddove possibile, le competenze e le capacità esistenti. Le seguenti tre misure ambiscono a soddisfare tali esigenze:

  1. occorre attribuire alla segreteria e al servizio nazionale di contatto la giusta importanza. In questo modo il Centro nazionale per la cibersicurezza potrà esercitare un’influenza rilevante verso l’esterno e affermarsi realmente quale punto di contatto centrale perché sarà in grado di offrire alle imprese e alla popolazione una comunicazione efficace e un servizio esaustivo;
  2. il pool di esperti deve coadiuvare in particolar modo gli uffici specializzati dei diversi settori affinché le conoscenze in materia di cibersicurezza completino le conoscenze specialistiche e le competenze giuridiche a seconda del fabbisogno e del relativo progetto;
  3. il Centro nazionale per la cibersicurezza deve, infine, collaborare strettamente con i servizi che dispongono di conoscenze tecniche e capacità in relazione a determinati compiti di cibersicurezza. Così facendo si eviteranno ridondanze tra le competenze del Centro e quelle di altri servizi. Tale collaborazione consentirà ai servizi interessati di svolgere i propri compiti in maniera coordinata e d’intesa con il Centro nazionale per la cibersicurezza.

Altre decisioni prese dal Consiglio federale per intensificare le attività nell’ambito della cibersicurezza

 
 

Ultima modifica 31.12.2019

Inizio pagina

https://www.melani.admin.ch/content/melani/it/home/ueber_ncsc/das_ncsc.html